Home » Blog » Scegliere l’armadio giusto

Scegliere l’armadio giusto

di Erica Pusceddu

L’armadio non è solo un oggetto con una specifica funzione e un utilizzo pratico. È qualcosa di più profondo. Vediamo insieme la soluzione adatta a noi e come la sua scelta può influire sulla percezione di noi stessi.

Indice:

  • Parte tutto dall’armadio
  • Armadio: scelta consapevole
  • Soluzioni salva spazio
  • Armadio su misura, moderno o della nonna?
  • E l’armadio dei bimbi?

 

Scegliere l’armadio giusto

E fare spazio al cambiamento

Diciamocelo chiaro, l’armadio non è solo un oggetto con una specifica funzione e un utilizzo pratico. È qualcosa di più profondo. In quest’articolo vedremo come un armadio può influire sulla percezione di noi stessi e in seguito analizzeremo nel dettaglio le soluzioni adatte a ogni esigenza, dal punto di vista pratico e decorativo.

Parte tutto dall’armadio

Chi ha avuto modo di leggere ‘’Una casa semplice’’ (qui il link alla pagina dedicata) sa che il tema armadio è un po’ il punto da cui tutto ha avuto inizio: la maggiore consapevolezza di ciò di cui realmente avevo bisogno e ciò che invece non faceva più parte del mio modo di vestirmi e di conseguenza di compiere delle scelte; la voglia di condividere quanto avevo sperimentato, partendo proprio dal mio armadio, con gli altri.

L’armadio rappresenta la parte materiale più profonda di noi, quella che racchiude i colori che preferiamo, lo stile che ci rispecchia e gli indumenti più intimi. Noi donne poi si sa, sogniamo da sempre l’armadio perfetto, quello delle riviste in cui tuffarsi e che molto spesso è irraggiungibile per motivi di spazio. A volte però, per provare quella sensazione di appagamento che crediamo si possa raggiungere solo avendo un armadio da copertina, basterebbe organizzare al meglio quello che abbiamo eliminando tutto ciò che non ci rispecchia più e lasciando spazio al cambiamento che, vi assicuro, può partire da li.

 

Armadio, scelta consapevole

Dal punto di vista pratico, l’armadio ha un ruolo centrale  nell’organizzazione di una casa e merita particolare attenzione nella fase iniziale di progetto per 2 motivi:

  • DURATA: A differenza di altri arredi o complementi, l’armadio è destinato a rimanere con noi molto tempo, motivo per il quale investire di più su materiali resistenti e soluzioni funzionali.
  • FUNZIONI: Armadiature spaziose e ben divise ci permetteranno di avere una casa più ordinata e vivibile. Solo dopo esserci assicurati di poter sistemare tutto ciò che c’è da contenere, organizzare e nascondere, in armadiature funzionali, possiamo dedicarci alla pura decorazione della nostra casa.

 

Soluzioni salvaspazio

Quando abbiamo a che fare con ambienti piccoli l’esigenza di creare spazio che contenga senza ingombrare si fa ancora più sentire, ecco che allora sarà necessario utilizzare diversi spazi disponibili per creare armadi funzionali, non solo in camera da letto, vediamo come:

Sfruttare i corridoi

Creare armadiature che si fondano con le pareti da posizionare in corridoio, ci tornerà utile nel periodo del cambio stagione e contribuirà a rendere più accogliente un corridoio lungo e angusto, soprattutto se rivestiremo le superfici con una carta da parati che ci porta in terre lontane.

Creare una scarpiera su misura all’entrata

Acquisendo l’abitudine di riporre e cambiare le scarpe solo all’entrata, la nostra casa trarrà beneficio anche dal punto di vista igienico e avremo un mobile in meno da collocare in camera da letto.

 

Scegliere ante scorrevoli

Le ante scorrevoli sono la soluzione salva spazio per eccellenza, per gli armadi come per le porte. A mio avviso non sono l’ideale se abbiamo bisogno di visualizzare l’intero contenuto di un armadio, ma sono quelle che ci permettono di posizionarlo anche in posti dove, utilizzando le ante a battente, non sarebbe possibile.

NB. Le ante a battente aperte occupano dai 40 ai 60 cm, ai quali bisogna aggiungere altri 60 necessari per poterci muovere davanti.

 

Armadio su misura, moderno o della nonna?

Ma parliamo ora delle tipologie di armadio su cui orientare la scelta a seconda delle esigenze stilistiche, oltre che legate allo spazio, e vediamo un trucchetto per ampliare visivamente lo spazio grazie agli armadi. Tutto dipende da gusti, budget ed esigenze ma ci sono dei punti su cui probabilmente saremo tutti d’accordo: L’armadio su misura a volte è proprio necessario, quello moderno ci dà la possibilità di scegliere un prodotto già configurato e testato e quello ‘’della nonna’’ aggiunge alla casa quel tocco in più oltre a riportarci indietro nel tempo.

Ma vediamo ciascuna tipologia più da vicino.

 

L’armadio su misura

Ci aiuta soprattutto in caso di ambienti piccoli in cui ogni singolo centimetro va sfruttato, è totalmente personalizzabile e porta con sè l’esclusività di un prodotto artigianale.

Molto spesso però è bene non eccedere con decorazioni e finiture di un armadio che copre una superficie ampia, soprattutto se non siamo ancora sicuri dello stile che avrà la nostra casa. Meglio rimanere sobri o optare per ante in legno laccato in colori molto chiari. Col bianco non si sbaglia mai.

 

L’armadio moderno

Con il termine moderno s’intende un prodotto presente nei cataloghi delle aziende di settore o visionabile dal vivo in show-room. Spesso è una soluzione rassicurante per chi non ha un’idea ben precisa, in primis perché permette di visualizzare già alcune soluzioni possibili a catalogo, in secondo luogo perché ogni azienda o show-room offre al cliente la possibilità di essere accompagnato da un designer nel processo di scelta, a meno che il cliente non ne abbia già uno di fiducia.

 

L’armadio recuperato (alias ‘’della nonna’’)

C’è chi cerca di liberarsi di mobili ereditati perché non coerenti col proprio stile o troppo ingombranti, e chi li ricerca disperatamente nei mercatini.

Spesso troppo massicci e profondi, dunque ingombranti, non saranno l’unica soluzione salva spazio della casa ma arrederanno tantissimo e daranno all’ambiente quel sapore nostalgico e una forte personalità che sarà il tratto distintivo della vostra casa.

Sono infatti perfetti da utilizzare come supporto ad un armadio principale, che sarà appunto studiato per incastrarsi tra le geometrie irregolari di una stanza, per riporre magari oggetti di più comune utilizzo.

Piccolo trucchetto: le ante a specchio raddoppiano visivamente la grandezza della stanza. Prova in ambienti piccoli ma, perché no anche in quelli medio grandi.

 

E l’armadio dei bimbi?

Mai come adesso ci sentiamo di porre l’attenzione su funzioni e ambienti di casa che possano facilitare la vita dei bambini, ora che anche loro sono costretti a trascorrerci molto più tempo. Così, trattandosi di armadio, ci rendiamo conto che per il bambino dovrà essere facile avere accesso a tutto ciò che esso contiene, soprattutto se vogliamo che sia autonomo il più possibile.

Deve perciò essere a misura di bambino per evitare che si faccia male nel tentativo di raggiungere qualcosa collocata in un punto difficile e non rinunciare a tinte giocose che possano anche decorare l’ambiente.

L’armadio a ponte è un’ottima soluzione se si vuole creare una nicchia che contenga il letto e che faccia sentire il bambino protetto. In questo caso sfrutteremo la parte superiore per riporre biancheria e cambio stagione mentre in quella inferiore disporremo gli abiti che lui stesso potrà scegliere.

 

Spero vi sia piaciuto esplorare il mondo degli armadi da questo punto di vista un po’ sentimentale. Per qualsiasi curiosità come sempre scrivetemi a … e non dimenticate che tra poco è l’ora del cambio stagione!

Related Posts