Home » Blog » Ordine visivo

Ordine visivo

di Erica Pusceddu

Mantenere la casa in ordine può rivelarsi un’impresa difficile se abbiamo poco tempo, una famiglia numerosa e una passione per gli acquisti.

Indice:

Ordine cromatico

  • Parti dalla base
  • Scegli una palette colore a priori
  • Considera che ogni oggetto fa parte della palette colore

Ordine e composizione

 

Come creare e mantenere un ordine visivo in casa

Farlo col colore e la composizione

Mantenere la casa in ordine può rivelarsi un’impresa difficile se abbiamo poco tempo, una famiglia numerosa e una passione per gli acquisti.
In quest’articolo analizzeremo alcuni principi da seguire che ci aiuteranno, come non avremmo mai pensato, a rendere la nostra casa ordinata armoniosa.
Capita spesso di avere la sensazione che in casa regni il caos, anche se abbiamo appena finito di mettere in ordine.
Abbiamo eliminato gli oggetti superflui e inutilizzati e riposto quelli di uso meno frequente in scaffali chiusi, eppure sembra sempre che ci sia troppa roba e che gli oggetti non leghino tra loro.

Ordine cromatico

Ti sei mai chiesta se di questa situazione di disagio il responsabile possa essere il colore o meglio, il mancato studio di una palette colore che rispecchi te stessa e il carattere della tua casa?  Vediamo insieme come muovere i primi passi verso un
ordine visivo:

Parti dalla base

Se hai la fortuna di poter scegliere da zero pavimenti e rivestimenti, ma non hai ancora un idea precisa dei colori
di cui vorresti vestire la tua casa, scegli una base neutra: pareti bianche o grigio chiaro, che potrai eventualmente personalizzare in seguito e pavimenti con un effetto naturale. Sarà un ottima base per accogliere le scelte cromatiche successive.
Se invece ti ritrovi in una casa già caratterizzata da un pavimento che non passa inosservato ma proprio non ti convince, niente panico, la soluzione armonica si può trovare anche in questo caso. Assecondando le sfumature
di ciò che abbiamo ci accorgeremo che è possibile esaltare e valorizzare aspetti nascosti e attutirne altri, come nel caso di un vecchio pavimento in piastrelle.

Scegli una palette colore a priori

Non è semplice scegliere i colori che ci accompagneranno ogni giorno ma per riuscirci inizia cosi: 

  • parti con lo scrivere i colori che più ti mettono di buon umore e quelli che noti essere sempre presenti negli ambienti che ti circondano e nel tuo guardaroba. Potresti renderti conto che prevale il nero, il grigio o il bianco. In questo caso inizia poco a poco ad aggiungere colore, magari partendo dai toni naturali del verde delle piante o dal dorato del miele. L’utilizzo delle tonalità naturali non ti farà subire lo choc del colore all’improvviso ma scalderà l’ambiente.
  • Dopo aver selezionato i tuoi colori preferiti prova a combinarli tra loro fino a creare una combinazione che ti risulti armonica, giocando anche con le diverse intensità dei colori che hai scelto. Ecco adesso avrai la tua palette colore.

Considera che ogni oggetto fa parte della palette, anche i più piccoli

A comporre la palette colore concorrono non solo gli oggetti di una certa entità come il divano, ma anche i più piccoli, dai tappeti ai soprammobili fino ai barattoli che lascerai a vista in cucina. Pensaci bene prima di fare
acquisti guidati dall’impulso, sono quelli che pian piano ti porteranno a generare caos visivo in casa. Acquista solo oggetti in palette.

Tieni in mente che una casa per essere armonica non deve per forza avere pochi colori, tutto dipende dallo stile che vogliamo creare e dal nostro animo. Chi ama uno stile pop o eclettico mixerà colori diversi in tonalità forti mentre gli amanti del nordico e minimale rimarranno su toni soft da scaldare con pochi accenti di colore. L’importante è l’omogenea disposizione del colore nello spazio per evitare una concentrazione eccessiva in alcuni punti e dei vuoti in altri.

Ordine e composizione

Un altro modo per ottenere un ordine visivo e un ambiente armonico è creare composizioni con gli oggetti. A volte non è l’avere tante cose che genera sensazioni di caos, ma l’averle disposte male. Fermo restando che il decluttering del superfluo sia un’attività imprescindibile se vogliamo vivere in una casa che ci trasmetta sensazioni positive, a volte è difficile ritrovarsi in casa pochi oggetti e ben selezionati, soprattutto se si è in tanti.
Il segreto è raggruppare gli oggetti per categoria, sia all’interno di mobili e cassetti che all’esterno, in modo tale che l’occhio legga come gruppo un insieme di oggetti affini e non come cose sparse senza coerenza e senso. Questo è uno dei primi passi verso un ordine visivo che è poi soprattutto mentale.

Spero che questo articolo vi possa essere utile per fare un po’ di ordine nella vostra vita e nella vostra casa e, come sempre, per domande, dubbi o per richiedere una consulenza scrivetemi a info@unacasasemplice.com

Related Posts